Proprietà salutistiche dei tannini: da cosa dipendono?

I tannini sono sostanze vegetali dotate di proprietà astringenti, antinfiammatorie, antidiarroiche, antibatteriche ed emostatiche.

Tutte queste proprietà derivano dalla capacità dei tannini di legarsi tenacemente alle proteine presenti nelle cellule epiteliali con cui vengono a contatto, facendole precipitare e coagulare. Se prendiamo ad esempio le cellule della mucosa intestinale, il legame coi tannini riduce la permeabilità e la capacità secretiva della mucosa; i villi, di conseguenza, risultano impermeabilizzati, anche nei confronti di sostanze irritanti e microorganismi.

Non è quindi un caso che i tannini siano utili in caso di diarrea:

  • riducono la secrezione della mucosa
  • ostacolano il passaggio dei patogeni per riduzione della permeabilità intestinale
  • neutralizzano le proteine flogistiche
  • ottundono le terminazioni sensoriali nervose

Le droghe ricche di tannini, inoltre, sono usate per la terapia locale di dermatiti e flogosi della pelle e delle mucose, per il trattamento delle emorroidi e per favorire la cicatrizzazione di piccole ferite emorragiche.

Nell'immagine a lato: struttura chimica dell'acido tannico, forma con la quale viene commercializzato il tannino. L'immagine ci aiuta a comprendere come i tannini siano delle molecole polifenoliche; contengono infatti un elevato numero di gruppi fenolici.

Immagini simili

Foto, Curiosità, Approfondimenti