Lo strabismo di Venere: uno sguardo divino

Nel gergo popolare, l'espressione "strabismo di Venere" viene utilizzata per indicare una forma molto lieve di strabismo divergente, dove l'occhio deviato guarda verso l'esterno. Questa "imperfezione" è considerata da molti un dettaglio capace di rendere più interessante ed intrigante lo sguardo di una persona.

L'origine del termine deriva da un piccolo difetto che rese celebre Venere, dea della bellezza e dell'amore. Secondo la mitologia, infatti, questa lieve divergenza degli occhi rendeva lo sguardo della dea affascinante e sensuale. Anche Sandro Botticelli, nella sua celebre opera "La Nascita di Venere" ha voluto riportare questo "difetto divino", dipingendo gli occhi della dea non perfettamente allineati.

Immagini simili