Che cos’è la scabbia norvegese?

La scabbia norvegese (o crostosa) è una forma clinica particolare della parassitosi, detta così in quanto è stata descritta per la prima volta nel 1848, in Norvegia.

La scabbia norvegese è estremamente contagiosa e colpisce soprattutto i soggetti immunodepressi per esito di malattie (es. neoplasie, AIDS e neuropatie) o trattamenti (es. trapianti o terapia con corticosteroidi o altri farmaci immunosoppressori). Le diminuite difese immunitarie dell'ospite favoriscono la proliferazione massiccia degli acari Sarcoptes scabiei sulla pelle, rendendo la scabbia norvegese molto difficile da curare.

La scabbia norvegese si manifesta con lesioni squamo-crostose, soprattutto a livello palmo-plantare, sul dorso delle mani e sulle ginocchia. A differenza della forma clinica classica, il prurito è discreto o assente, quindi la diagnosi è ritardata e aumenta così il rischio di contagiare altre persone.

Immagini simili