Perché dopo la terapia scabicida può rimanere il prurito?

Al termine del trattamento con il medicamento scabicida, l'irritazione cutanea può persistere per qualche tempo, con la differenza che il prurito non si presenta più di notte (come è tipico nel corso della scabbia).

Lo scabicida uccide l'acaro, ma i residui del corpo del parassita restano nello spessore dell'epidermide e continuano a creare uno stimolo allergico, che si esaurisce, in genere, dopo circa due settimane.

Una volta che la scabbia è stata trattata, per alleviare il prurito può essere comunque utile ricorrere all'uso intensivo di emollienti, all'applicazione di corticosteroidi topici o all'assunzione di antistaminici per bocca.

In alcuni casi, un prurito persistente dipende dal fallimento della terapia. Questo può essere dovuto alla mancata adesione o all'errata esecuzione del trattamento, alla reinfestazione (o recidiva) o alla resistenza alla terapia. Occorre, quindi, su consiglio del medico curante, eseguire un altro ciclo di terapia o cambiare prodotto scabicida.

Immagini simili