Indicazioni pratiche da adottare in caso di scabbia

Fare quotidianamente la doccia o il bagno, frizionando intensamente tutta la pelle per eliminare le squame superficiali, prima dell'applicazione del medicamento topico scabicida consigliato dal medico.

Evitare quanto più possibile i contatti corporei fino alla guarigione: la scabbia è una malattia contagiosa e la persona che ha contratto la parassitosi deve restare qualche giorno in isolamento per evitare di trasmettere l'acaro Sarcoptes scabiei ad altri.

Il trattamento contro la scabbia deve essere effettuato contemporaneamente anche dalle persone a stretto contatto con l'ammalato.

Biancheria intima, coprimaterasso, lenzuola e federe devono essere cambiate (evitando di scuoterle per non diffondere gli acari) e lavate a 60°C tutti i giorni, almeno fino al termine del trattamento.

Tutti i capi d'abbigliamento indossati vanno lavati a 60°C o a secco; gli indumenti non lavabili in lavatrice vanno riposti in sacchetti di plastica impermeabili e chiusi ermeticamente per 2 settimane; in alternativa, possono essere messi per 24 ore ad temperatura inferiore ai 10°C (in frigorifero o all'esterno durante l'inverno).

Per disinfestare la casa (divani, poltrone imbottite, materassi e pavimenti) è consigliabile l'uso di strumenti con getto a vapore ad alta temperatura.

Dopo la guarigione dalla scabbia, il prurito può persistere a causa dell'ipersensibilità sviluppata; in questo caso, è consigliabile l'utilizzo di cortisonici e antistaminici.

Immagini simili