Osteonecrosi della Mandibola

L'osteonecrosi della mascella è una grave malattia che colpisce una o entrambe le ossa mascellari (mandibola e mascella).

Osteonecrosi significa, letteralmente, "morte dell'osso". E' quindi facile intuire come l'osteonecrosi mandibolare porti a complicanze infettive (osteomielite), con ulcerazioni croniche della mucosa orale ed esposizione dell'osso necrotico sottostante.

Recentemente l'uso dei bifosfonati (o bisfosfonati) è stato incluso tra le possibili cause di osteonecrosi della mascella. Questi farmaci - tra i quali si ricordano l'alendronato, il risedronato, l'ibandronato e il zoledronato - agiscono come inibitori del riassorbimento osseo. Per questo vengono comunemente prescritti nella prevenzione e cura dell'osteopenia e dell'ostoporosi.

I rischi maggiori, tuttavia, sono a carico di quei pazienti che assumono bifosfonati per il trattamento di alcune complicanze ossee del cancro (metastasi ossee a carattere litico). In questi casi, infatti, i dosaggi impiegati sono nettamente superiori.

Sebbene il rischio di osteonecrosi della mascella - relativo all'uso di bifosfonati a basso dosaggio per il trattamento e la prevenzione dell'osteoporosi - sia ancora da chiarire, è bene informare il proprio dentista durante (o meglio prima di iniziare) la terapia con questi farmaci, soprattutto in vista di interventi odontoiatrici invasivi come gli impianti dentari.

Un'attenta igiene orale, assistita da periodiche visite odontoiatriche, è molto importante; infatti, il rischio di osteonecrosi della mascella associato all'uso di bifosfonati sembra maggiore nei pazienti con scarsa igiene orale, con parodontopatie o in caso di cure dentarie invasive durante il trattamento.

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito