Orticaria acquagenica: che cos’è?

L'orticaria acquagenica è una reazione cutanea che compare quando una persona espone la pelle al contatto con acqua o altri liquidi, indipendentemente dalle loro caratteristiche chimico-fisiche (sorgente, temperatura e concentrazione salina). In genere, si manifesta in giovani adulti (età media all'esordio: 18 anni) e colpisce maggiormente il sesso femminile.

Come si manifesta

Nelle aree esposte al liquido, dopo 3-10 minuti compare un'eruzione cutanea con arrossamento, eritema, prurito intenso e piccoli rigonfiamenti perifollicolari (pomfi). Questa manifestazione dura da qualche minuto ad un'ora circa, quindi regredisce lentamente, fino a scomparire. Successivamente, le sedi cutanee esposte sono refrattarie allo stimolo per diverse ore. Il contatto prolungato con il liquido è ovviamente responsabile di una manifestazione più fastidiosa ed intensa.

Tutti i tipi di acqua possono scatenare una reazione orticarioide, compresa quella piovana o proveniente dal rubinetto. Nei soggetti più sensibili, l'eruzione cutanea compare anche dopo un bagno in mare o in piscina. L'orticaria acquagenica può essere evocata anche dal contatto con sudore, lacrime e saliva.

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito