Reazione allergica alle noci per contatto sessuale

Documentato nel 2007, l'episodio di reazione allergica per contratto/trasmissione sessuale ha incuriosito i medici a tal punto da farne una pubblicazione sperimentale. Il titolo, per chi volesse approfondire la lettura, è “Dangerous liaison: sexually trasmitted allergic reaction to Brazil nuts”.
E' il caso di una donna inglese di 20 anni che, pur soffrendo di allergia verso le noci del Brasile, non si è accertata che anche la dieta del suo partner ne fosse totalmente priva. Ovviamente, non si tratta di una mancanza poi così grave, anzi… probabilmente non sarebbe passato per mente a nessun altro!
A tal proposito, ricordiamo che l'allergia alle noci del Brasile è la seconda causa più frequente di allergia alle noci nel Regno Unito; ma, a pensarci bene, nemmeno con questa consapevolezza si sarebbe potuto sospettare un evento simile.
La povera ragazza, dopo un rapporto sessuale col proprio compagno, ha sviluppato una sintomatologia del tutto riconducibile ad una reazione allergica. Ovviamente… dopo scomparsa dell'orticaria diffusa e della dispnea (difficoltà respiratoria, seppur lieve)… ha immediatamente provveduto ad indagare sulle recenti condotte alimentari del partner il quale, ebbene si, aveva fatto uso di noci del Brasile!
Ad una prima lettura potrebbe sembrare una “bufala da rivista settimanale”, se non fosse che in seguito al Prick Test della “reattività allo sperma del ragazzo alimentato con noci del Brasile” è risultato un netto “POSITIVO”; ovviamente, l'esito ha subito un'ulteriore verifica con campione di “sperma prelevato dopo una dieta PRIVA di noci del Brasile”, al quale ha conseguito un altrettanto inequivocabile “NEGATIVO”.
Attenzione dunque, l'allergia alimentare potrebbe perseguitarvi anche sotto le lenzuola!

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito