Morso di cane: possibili conseguenze

I cani sono dotati di grossi denti, in grado di provocare abrasioni superficiali, lacerazioni dei tessuti, ferite penetranti e fratture ossee. Nella maggior parte dei casi, i morsi provengono da animali con cui la vittima ha confidenza o comunque conosce, mentre è più raro siano inferti da cani randagi.

Anche se è difficile individuare quali cani abbiano una maggiore tendenza a morsicare, quelli di grossa taglia e addestrati all'attacco possono essere più pericolosi rispetto ad altri, per la loro forza e la gravità delle ferite che possono provocare. Gli arti sono la sede più frequentemente interessata, tuttavia i bambini sono spesso morsi alla testa ed al collo, riportando ferite di una certa gravità. Raramente, l'esito del morso è mortale; quando si verifica, il decesso è dovuto alla lesione di grossi vasi sanguigni o all'interessamento diretto di un organo vitale.

Il morso di un cane va trattato nel modo corretto, in quanto può facilmente infettarsi a causa dei batteri, presenti nella bocca e sui denti dell'animale, che vengono trasferiti per contatto con la lesione. Il soggetto aggredito, inoltre, è esposto al rischio di contrarre tetano e rabbia. Ovviamente, l'attacco da parte di un animale selvatico o randagio aumenta questa probabilità, ma l'evenienza rende comunque opportuno rivolgersi ad un Pronto soccorso, anche la ferita sembra piccola e di lieve entità.

Immagini simili