Insonnia e melatonina: quando è utile?

Per reimpostare i corretti ritmi sonno-veglia e favorire l'addormentamento può essere utile ricorrere alla melatonina, una sostanza prodotta dalla ghiandola pineale, che ha il compito di controllare i bioritmi.

La melatonina è utile in caso di disturbi del ritmo circadiano o contro le insonnie non gravi. A differenza dei sonniferi, non induce il sonno e non altera la struttura delle fasi del riposo notturno, ma lo favorisce.

La melatonina, infatti, regola gradualmente e in modo naturale l'orologio interno che scandisce i ritmi sonno-veglia. Si trova sotto forma di integratori alimentari, in gocce o compresse: si può scegliere la modalità che si preferisce, seguendo i dosaggi indicati sulla confezione. La melatonina va assunta almeno 1-2 ore prima di andare a letto. Quando serve, poi, una concentrazione dell'ormone sul lungo periodo (ad esempio per coprire l'intera notte), è utile la formulazione retard, a rilascio controllato.

Immagini simili