Il computer causa mal di testa?

Trascorrere troppe ore davanti agli schermi di pc, tablet e smartphone può predisporre all'insorgenza di un attacco di cefalea, ma non costituisce un fattore determinante per lo sviluppo del mal di testa.

In altre parole, usare a lungo il computer e altri dispositivi tecnologici facilita l'insorgenza della cefalea o peggiora la situazione, ma non rappresenta la causa principale del problema.

Interazione di più elementi

Le cefalee primarie non sono quasi mai indotte da un'unica causa. Il mal di testa, infatti, è il risultato della combinazione di elementi diversi: predisposizione genetica, alterazioni organiche (interne all'organismo) e fattori scatenanti (esterni all'organismo).

Alcuni accorgimenti

L'eccessiva stimolazione luminosa o sonora, la postura assunta davanti al monitor del computer e il fatto di fissarlo a lungo possono favorire gli attacchi di mal di testa nelle persone predisposte.

Per evitare che l'uso del pc contribuisca alla cefalea basta prendere alcune precauzioni. Innanzitutto, è importante fare alcune pause nelle ore di utilizzo del computer (indicativamente 10 minuti ogni 2 ore). Per non costringere schiena, collo e capo in posizioni innaturali è bene assicurarsi che tutta la colonna vertebrale aderisca perfettamente allo schienale della sedia.

Lo schermo del pc dovrebbe essere posizionato di fronte alla persona, a 50-70 centimetri di distanza e leggermente più in basso rispetto alla linea dei suoi occhi. In questo modo, la vista non si stanca ed il collo rimane in una posizione più naturale, evitando tensioni continue e dannose a carico dei suoi muscoli.

Immagini simili