Perché è importante proteggere i farmaci dal caldo

Oltre i 25°C molte medicine si alterano diventando tossiche o inefficaci, pertanto non andrebbero lasciate al caldo o in auto per ore sotto il sole. Per essere certi di conservare il medicinale nel modo corretto, è bene leggere attentamente le modalità di conservazione indicate nel foglietto illustrativo e seguire alcuni accorgimenti.

Alle alte temperature, ad esempio, può sciogliersi la colla dei farmaci in cerotto, come anticoncezionali, terapia ormonale sostitutiva o antinfiammatori, rendendo difficile l'adesione alla pelle. Per quanto riguarda sciroppi e colliri, invece, possono alterarsi gli eccipienti che consentono l'assorbimento degli attivi, riducendone l'efficacia. Le pomate antinfiammatorie al calore vedono separarsi le sostanze grasse, che veicolano i principi attivi. In estate, poi, sarebbe meglio evitare l'aspirina in forma effervescente, più sensibile al calore: potrebbe risultare inefficace o dare problemi allo stomaco.

In generale, affinché l'integrità e la sicurezza dei medicinali non venga compromessa, i prodotti dovrebbero essere conservati in un luogo asciutto. In estate, possono essere utili i contenitori termici, mentre il ricorso al frigorifero deve essere limitato, in quanto anche le temperature troppo basse e l'umidità possono danneggiare i medicinali.

Immagini simili