Contro il glaucoma, un computer grande come la punta di una penna

Un gruppo di ricercatori dell'Università del Michigan (Stati Uniti) ha progettato un prototipo di computer ad uso medico dalle dimensioni millimetriche, chiamato Phoenix chip computer.

Una volta impiantato nell'occhio umano, il dispositivo consente di monitorare la pressione oculare nelle persone affette da glaucoma, quindi mantiene sotto controllo l'evoluzione della malattia.

Il minuscolo computer è completo di microprocessore, rilevatore di pressione, memoria, batteria, cella solare e radio wireless per trasmettere i dati all'esterno: tutto in meno di 1 millimetro cubo di dimensioni. Il sistema si accende ogni 15 minuti per misurare la pressione all'interno dell'occhio, quindi torna in modalità "sleep" a basso consumo energetico. Per ricaricare la batteria, è necessaria un'esposizione di appena 10 ore di luce artificiale o un'ora e mezza di luce solare.

Immagini simili