Gengive che sanguinano in gravidanza

Durante la gravidanza anche le gengive sono "bombardate" dagli alti livelli di progesterone, l'ormone che blocca l'ovulazione creando non pochi problemi alle donne in dolce attesa.

Il progesterone ha anche un'azione pro-infiammatoria, per cui predispone alla comparsa di gengivite, cioè di un'infiammazione delle gengive, il cui sanguinamento rappresenta il sintomo caratteristico di tale condizione.

Le interazioni ormonali della gravidanza, inoltre, favoriscono un aumento delle specie parodontopatogene, indeboliscono le difese immunitarie, inacidiscono la saliva e aumentano la vascolarizzazione a livello gengivale. Per questo, durante la gestazione non è raro notare variazioni del colore delle gengive dal rosa pallido al rosa scuro; gengive che nelle donne in dolce attesa tendono a presentarsi anche più gonfie e predisposte al sanguinamento. A peggiorare la situazione vi è poi la tendenza al consumo di pasti piccoli e frequenti, spesso dolci, vuoi per contrastare il senso di nausea, vuoi per le tipiche "voglie" della gravidanza.

Non a caso esiste un detto secondo cui ogni figlio costerebbe un dente alla madre.

Aldilà dei modi di dire e di questa predisposizione naturale alla gengivite, occorre precisare che difficilmente gengive sane arrivano a sanguinare durante la gravidanza. Quando le gestanti notano sanguinamenti durante l'uso dello spazzolino o del filo interdentale, molto probabilmente significa che le gengive erano in qualche modo predisposte già prima della gravidanza; in sostanza esisteva già una certa infiammazione di base che è stata amplificata dai cambiamenti ormonali.

In caso di sanguinamento delle gengive in gravidanza è quindi importante una visita odontoiatrica, per un'igiene professionale e per ricevere consigli su una corretta igiene orale domiciliare. Tale raccomandazione diviene ancor più importante considerando che in letteratura sono molti gli studi che mostrano una correlazione significativa fra patologie gengivali - parodontali, e complicanze gestazionali come il parto prematuro. Ad esempio, si è visto come una gestante con parodontite abbia 7,5 probabilità in più rispetto alla media, di partorire un neonato prematuro e sottopeso.

Immagini simili