Solco gengivale: cos'è e come si pulisce

Il solco gengivale è una piccola fessura normalmente presente tra il dente e il tessuto gengivale.

La gengiva è il tessuto che circonda il colletto dei denti e ricopre i processi alveolari delle ossa mascellari e della mandibola. Con la sua presenza, la gengiva avvolge la parte inferiore della corona dentale per tutta la sua circonferenza, un po' come il colletto di una maglia fa con il collo (non a caso si parla di colletto gengivale). Tale colletto non è perfettamente aderente allo smalto ma risulta facilmente scollabile, poiché in questa zona la gengiva forma una piccola invaginazione chiamata solco gengivale (si parla per questo di gengiva libera). Solo più in profondità la gengiva si ancora tenacemente al dente (al cemento che ricopre la radice e all'osso alveolare sottostante).

In condizioni fisiologiche il solco gengivale ha una profondità variabile da 0,5 a 2 mm e raggiunge nella sua parte più profonda il colletto dentale (congiuntura tra lo smalto e il cemento radicolare).

La profondità del solco gengivale può essere valutata dal dentista inserendo al suo interno uno strumento denominato sonda parodontale. Clinicamente, un sondaggio fino a 3 mm di profondità rappresenta uno stato di salute, da 4 mm in su abbiamo invece una tasca parodontale. Più il solco è profondo e minori sono le possibilità di pulirlo adeguatamente con gli strumenti di igiene orale domiciliare.

Il solco gengivale rappresenta un'area anatomica vulnerabile, perché predisposto ad essere sede di proliferazione batterica, offrendo una certa protezione alle specie anaerobiche parodontogene. Le punte dello spazzolino hanno una certa difficoltà a pulire il solco gengivale, mentre il filo interdentale correttamente utilizzato può detergerlo in maniera efficace senza danneggiarlo. Anche l'idropulsore e gli spazzolini elettrici moderni (sonici idrodinamici e ultrasonici) consentono di pulire efficacemente il solco gengivale.

In assenza di un'adeguata pulizia del solco gengivale, la proliferazione batterica può infiammare la gengiva e determinarne una maggior separazione dalla superficie del dente; il distaccamento della gengiva dalla radice determina la formazione di uno spazio che viene definito "tasca parodontale". Con il progredire della malattia, in assenza di intervento, le tasche divengono sempre più profonde, con distruzione della gengiva e delle altre strutture di sostegno del dente (parodontopatia), fono alla sua caduta.

Immagini simili