Fibrosi polmonare idiopatica: diffusione e mortalità

La fibrosi polmonare idiopatica è una particolare forma di fibrosi polmonare, dovuta a cause sconosciute.
La fibrosi polmonare è una malattia respiratoria grave e incurabile, che insorge quando il normale tessuto dei polmoni viene sostituito da tessuto di tipo cicatriziale (o fibrotico). Il tessuto cicatriziale "stritola" gli alveoli polmonari, impedendo a quest'ultimi di ossigenare il sangue.
 
Secondo stime recenti, ogni anno la fibrosi polmonare idiopatica colpirebbe tra i 14 e i 43 individui ogni 100000, prevalentemente di sesso maschile.
Inoltre, sembra che la diagnosi avvenga generalmente molto tardi (a uno o due anni circa dai primi sintomi) e che la morte sopraggiunga, nel 50% dei casi, a due/tre anni dalla diagnosi.

Sebbene le precise cause scatenanti non siano note, si sospetta che possano avere un'influenza particolare: il fumo di sigaretta, l'inalazione di polveri metalliche o di carbone, le infezioni da virus di Epstain-Barr o da virus dell'epatite C, alcune forme di reflusso gastroesofageo e, infine, una certa predisposizione genetica.

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito