Tac dentale: quando e come si esegue

La tac dentale è un esame di secondo livello utilizzato quando occorre identificare  con maggior chiarezza e precisione eventuali anomalie emerse dalla cosiddetta panoramica dentale (od ortopantomografia). Il vantaggio principale della tac dentale rispetto alla classica panoramica è quello di offrire immagini tridimensionali e più dettagliate. Ad esempio, il dentista può avere la necessità di valutare con maggior accuratezza le relazioni tra i denti inclusi e le strutture anatomiche vascolari e nervose. Tale necessità è tipica in caso di estrazione di denti del giudizio inclusi.

Nel caso siano programmati degli interventi di implantologia, la Tac dentale aiuta il dentista a capire la quantità di osso a disposizione per l'impianto e l'eventuale necessità di ricorrere a un innesto osseo. Aiuta inoltre a pianificare la posizione degli impianti nel rispetto delle strutture nervose e vascolari.

A fianco della tradizionale TC spirale (TC fan beam), trova oggi sempre maggiore diffusione la cosiddetta tomografia computerizzata a cono (TC cone beam), i cui vantaggi risiedono nella minor dose radiogena (il paziente è esposto a quantità di raggi X circa 5-10 volte inferiori) e nella migliore qualità delle immagini radiografiche.

La bassa dose di radiazioni - comunque nettamente superiore rispetto a quella a cui ci si espone con una ortopantomografia - consente l'utilizzo routinario della TC cone bean anche nei bambini.

A seconda dell'apparecchiatura utilizzata, durante la Tac dentale il paziente può essere disteso su un lettino scorrevole o mantenuto in posizione seduta su una poltrona. Mediamente l'esame dura dai 20 ai 40 secondi e non è in alcun modo doloroso.

Non è necessaria alcuna preparazione, ma prima dell'inizio della tac dentale può essere richiesta la rimozione di qualsiasi cosa possa interferire con l'esame, come piercing sulla lingua o sul labbro, protesi dentali mobili, occhiali, orecchini, apparecchi acustici, parrucche e collane. A scopo puramente cautelativo il paziente può essere invitato ad indossare un corpetto e/o un collare radioprotettivo.

Le donne devono informare il personale medico circa l'eventuale stato di gravidanza, anche se solo presunto. Sarà il dentista a decidere se è meglio rimandare la tac dentale o se questa risulta indispensabile adottando le dovute precauzioni.

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito