Encefalopatia epatica: che cos'è?

Le encefalopatie consistono in un gruppo di malattie caratterizzate da un'alterazione strutturale e funzionale del cervello.

Congenita o acquisita, un'encefalopatia può durare tutta la vita (encefalopatia permanente) oppure può presentare un margine più o meno importante di guarigione (encefalopatia temporanea).

I vari tipi di encefalopatia differiscono tra loro per le cause scatenanti – alle quali di solito devono i loro nomi – per la sintomatologia, per le complicazioni, per il trattamento e per la prognosi.

L'encefalopatia epatica rappresenta una possibile conseguenza di un fegato gravemente malato, incapace di adempiere alle proprie funzioni principali.

Infatti, quando la salute di un fegato è fortemente compromessa – come nel caso di una cirrosi epatica – il normale meccanismo epatico di eliminazione delle tossine e degli agenti infettivi risulta insufficiente e inadeguato alle richieste. Ciò ha come possibile effetto l'accumulo, nel circolo sanguigno, delle suddette sostanze pericolose e il deterioramento delle cellule nervose, situate nel cervello.

ENCEFALOPATIA EPATICA: FORMA ACUTA E FORMA CRONICA

L'encefalopatia epatica può avere i caratteri di una malattia acuta o di una malattia cronica.

L'encefalopatia epatica acuta ha un'insorgenza e una progressione molto rapide ed è, in genere, successiva a una grave malattia del fegato.
Secondo quanto riporta la Canadian Liver Foundation, le principali condizioni morbose che accompagnano un'encefalopatia epatica acuta sono:

  • L'epatite virale fulminante acuta. Si tratta di un'epatite virale assai pericolosa, che determina i propri effetti in tempi rapidissimi.
  • L'epatite tossica. È un'epatite che insorge a seguito di un'esposizione a determinante sostanze, tra cui alcol, droghe, agenti chimici particolari ecc.
  • La sindrome di Reye. È una grave patologia che colpisce i bambini e che provoca un'infiammazione del fegato ed edema cerebrale.

L'encefalopatia epatica cronica, invece, s'instaura lentamente e in maniera più subdola (rispetto alla forma acuta); può avere tutti i caratteri di un'encefalopatia permanente – di conseguenza risponde poco ai trattamenti – ed è, di solito, connessa a cirrosi epatica.
Si tratta di una condizione abbastanza rara.

POSSIBILI FATTORI FAVORENTI L'ENCEFALOPATIA EPATICA

Sebbene manchino ancora delle precise prove scientifiche a riguardo, i fattori e le condizioni potenzialmente in grado di provocare un'encefalopatia epatica, quando contemporaneamente il fegato è gravemente malato, sono:

Immagini simili