Encefalopatia di Wernicke e sindrome di Korsakoff

Un tipo di encefalopatia a carattere solitamente temporaneo – ovvero reversibile se curata per tempo e nelle giuste modalità – è la cosiddetta encefalopatia di Wernicke o malattia di Wernicke.

Questa particolare malattia neurologica – che deve il proprio nome a un neurologo tedesco di nome Carl Wernicke – insorge a causa dell'esaurimento delle riserve di vitamina B1 (o tiamina), presenti nell'organismo.

Le principali condizioni che possono causare una forte carenza di vitamina B1 nell'organismo e che indirettamente possono poi provocare l'encefalopatia di Wernicke sono l'alcolismo grave, la malnutrizione e la chirurgia bariatrica.
In tutte e tre le circostanze si verifica un assorbimento ridotto (o un malassorbimento) di nutrienti fondamentali, tra cui anche la tiamina.

Contraddistinta da tre sintomi in particolare – oftalmoplegia, atassia e confusione mentale – l'encefalopatia di Wernicke può associarsi talvolta a un'altra condizione patologica, denominata sindrome di Korsakoff.

La sindrome di Korsakoff è un insieme di sintomi e segni che insorge tipicamente negli alcolisti e, più raramente, nelle persone malnutrite.

L'unione tra malattia di Wernicke e sindrome di Korsakoff è detta anche sindrome di Wernicke-Korsakoff e viene classificata, dai medici, tra le neuropatie di tipo periferico.

SINTOMI DELLA SINDROME DI KORSAKOFF

Dal punto di vista sintomatologico, la sindrome di Korsakoff è causa di:

  • Disturbi della memoria, soprattutto amnesie.
  • Confabulazione. È un disturbo psichiatrico, per cui chi ne soffre costruisce falsi ricordi, riferiti a situazioni o eventi mai accaduti realmente.
  • Confusione e cambiamenti improvvisi della personalità.
  • Apatia, ovvero riduzione dei comportamenti finalizzati a uno scopo, dovuta a un'assenza di motivazioni.

Per quanto concerne i segni clinici, una diagnosi strumentale del cervello può portare alla luce la presenza di un'atrofia del talamo e dei corpi mammillari, nonché il coinvolgimento del lobo frontale.

EPIDEMIOLOGIA

Secondo alcune ricerche statistiche, l'80% delle persone con un'encefalopatia di Wernicke, indotta da alcolismo cronico, soffre anche di sindrome di Korsakoff. Ciò sta a dimostrare quanto detto in precedenza, ovvero l'influenza dell'abuso di alcol sulla comparsa della sopraccitata malattia.

Inoltre, da altri studi – relativi in questo caso alla terapia – è emerso che, anche se le cure sono adeguate, per certi pazienti il recupero può richiedere perfino 10 anni.

Immagini simili