Sindrome da vomito ciclico

La sindrome da vomito ciclico è una condizione correlata all'emicrania, che colpisce più frequentemente i bambini tra i 3 mesi e i 7 anni. Il disturbo si presenta senza alcuna causa apparente; non è attribuito a malattie gastrointestinali o ad altre patologie.

Come si manifesta

Il vomito ciclico rientra tra le "sindromi periodiche dell'infanzia, possibili precursori comuni dell'emicrania". La sindrome è caratterizzata da attacchi ricorrenti e prolungati di vomito e nausea intensa, spesso associati a pallore, prostrazione e letargia. Il paziente manifesta un'abbondante salivazione, molta sete e difficoltà a parlare o a deglutire.

Questi episodi si ripetono almeno 4 volte all'ora, per un periodo variabile da 1 ora a 5 giorni. Tra gli attacchi di vomito sono intervallati periodi di benessere, in cui i pazienti non presentano sintomi evidenti. L'intensità degli episodi può variare nel tempo. Il disturbo può persistere da alcuni mesi fino a vari decenni.

Come intervenire

La sindrome da vomito ciclico è una condizione episodica che si autolimita. La gravità dell'attacco può essere attenuata somministrando un farmaco anti-nausea e riposando in un ambiente buio e tranquillo. Dal momento che il bambino può andare incontro ad una forte disidratazione e ad uno squilibrio elettrolitico, talvolta si rende necessario il ricovero in ospedale.

Immagini simili

Foto, Curiosità, Approfondimenti