Embolia polmonare e abuso di droghe

Si parla di embolia polmonare quando un corpo mobile (o embolo) va a incunearsi e ostruire i vasi sanguigni che conducono il sangue privo di ossigeno dal cuore ai polmoni.
Nella maggior parte dei casi, l'embolo è un coagulo di sangue formatosi altrove e trasferitosi al cuore; più raramente, può essere una bolla d'aria, un grumo di grasso, un granulo di talco ecc.

La cosiddetta embolia polmonare da talco è una grave condizione in cui potrebbero incorrere coloro che abusano di droghe iniettabili, come per esempio l'eroina. Narcotici di questo tipo infatti vengono preparati mescolando, assieme alla droga, anche altre sostanze, tra cui il talco.
Una volta iniettato e attraverso il circolo sanguigno, il talco può raggiungere i capillari polmonari e innescare una reazione immunitaria particolare che dà origine a i cosiddetti granulomi da corpo estraneo.

La presenza di granulomi da corpo estraneo altera la normale anatomia dei vasi sanguigni polmonari, pregiudicando la normale ossigenazione del sangue a livello dei polmoni.

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito