Chi è l’andrologo?

L'andrologia è quella branca della medicina interna che studia e cura i problemi dell'apparato riproduttivo e dell'apparato urinario.
L'andrologo, quindi, è un medico internista esperto nella diagnosi e nella cura delle malattie che possono interessare gli organi maschili deputati alla riproduzione (pene, testicoli, prostata e vescicole seminali) e all'escrezione delle urine (reni, ureteri, vescica e uretra).

UN ANDROLOGO È O NON È UN UROLOGO?
Tutti gli andrologi sono anche urologi, ovvero medici internisti specializzati nell'identificazione e nel trattamento delle patologie che possono colpire l'apparato urinario di entrambi i sessi e l'apparato riproduttivo maschile.

Un esperto di andrologia, pertanto, possiede una preparazione ben più ampia di quello che, talvolta, si è portati a pensare, in quanto solo in un secondo momento sceglie di restringere il proprio campo d'azione.

Il termine andrologia deriva dalla parola greca "aner", il cui genitivo è "andros", che significa uomo.

PERCHÉ RIVOLGERSI A UN ANDROLOGO?
È compito degli andrologi occuparsi di uomini affetti da disfunzione erettile (impotenza), infertilità, orchite, criptorchidismo, ipospadia, balanite, malattia di Peyronie, eiaculazione retrograda ecc.

Inoltre, molti esperti di andrologia si dedicano anche alla pianificazione e all'esecuzione di procedure chirurgiche, come la circoncisione, la vasectomia (e l'intervento opposto) o l'orchidopessi.

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito