Gioco d’azzardo patologico: numeri e curiosità dal mondo

La dipendenza da gioco, detta anche gioco d'azzardo patologico, è il desiderio irrefrenabile di giocare ripetutamente d'azzardo, anche a dispetto dei rischi che si celano dietro tale comportamento e nonostante la volontà iniziale di non arrendersi all'azzardo.

Le cause precise di questa particolare malattia mentale – che è equiparabile alla dipendenza da alcol o da droghe – sono sconosciute.
Secondo alcuni ricercatori, è il risultato di una combinazione di fattori biologici, genetici e ambientali.

La dipendenza da gioco è un problema sociale di forte rilevanza e diffusione in moltissimi Paesi al mondo, Italia compresa.
Per comprendere appieno i motivi di tutto ciò e perché sia difficile invertire tale tendenza, si pensi che:

  • Il gioco d'azzardo rappresenta, per ogni Paese, un'industria da milioni e milioni di dollari. Per esempio, negli Stati Uniti comporta un incasso, per lo Stato americano, di circa 40 milioni di dollari all'anno. Soltanto Las Vegas, con i suoi casinò e luoghi di scommesse, produce un quarto di tale somma.
    Alla luce di questi numeri, che interessi mai può avere un Paese a bloccare il gioco d'azzardo legalizzato?
  • Secondo alcune ricerche statunitensi, circa l'80% della popolazione residente negli Stati Uniti ha giocato d'azzardo almeno una volta nella vita. Ciò è stato ed è possibile perché è alquanto facile accedere ai luoghi e ai siti on-line di scommesse.

ALCUNE CURIOSITÀ SULLA DIPENDENZA DA GIOCO

Negli Stati Uniti, il fenomeno della dipendenza da gioco e delle sue forme minori è stato ampiamente studiato.
Alcune interessanti ricerche riportano che:

  • Hanno problemi con il gioco d'azzardo (il che non significa siano giocatori d'azzardo patologici) circa 6-8 milioni di statunitensi, ovvero il 3-4% dell'intera popolazione.
  • La tendenza a giocare d'azzardo si accompagna spesso a dipendenze da sostanze. Infatti, il 75% dei giocatori ha problemi di alcolismo, il 38% fa uso abituale di droghe e il 60% è dipendente dalla nicotina.
  • La popolazione statunitense a rischio dipendenza da gioco è pari a circa un 15%.
  • I giocatori d'azzardo tendono a soffrire di disturbi dell'umore (50%) e di problemi d'ansia (41,3%) e di personalità (60,8%).
  • Ci sono più scommettitori sportivi tra chi ha frequentato il College (24%), quindi tra i laureati, che non tra i non laureati (14%).

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito