Le malattie del viaggiatore: rischi da considerare

Durante la pianificazione di una vacanza, è ormai risaputo che occorre tenere in considerazione il rischio di contrarre disturbi infettivi e parassitari inusuali in Italia, ma endemici in altre parti del mondo.

Ciò dipende chiaramente dal tipo di viaggio e dalla destinazione scelta, tuttavia se alcune "malattie del viaggiatore" rappresentano solo degli spiacevoli inconvenienti, altre sono pericolose e, talvolta, letali. Ricordiamo, infatti, che tra le principali condizioni a cui prestare attenzione quando si viaggia in luoghi lontani e selvaggi vi sono: diarrea del viaggiatore, malaria, dengue, chikungunya, febbre tifoide, amebiasi, colera, febbre gialla e HIV-AIDS.

Prima di partire, dunque, è sempre opportuno informarsi sulle condizioni igienico-sanitarie del Paese che s'intende visitare, sulla profilassi farmacologica o vaccinale obbligatoria o consigliata e sui comportamenti da adottare sul posto.

Immagini simili