Curcumina: l'antiinfiammatorio naturale

L'infiammazione cronica è il nemico numero uno verso il quale sono concentrate moltissime ricerche in campo medico. Numerose evidenze hanno infatti dimostrato come il persistere di un processo infiammatorio cronico vada ad innescare una sorta di effetto domino, determiato dall'iperattivazione del sistema immunitario. Il risultato di questa reazione a catena è un'aggressione dei tessuti, che può avere conseguenze drammatiche, come la rottura di una placca aterosclerotica o lo sviluppo di mutazioni genetiche.

Numerosi studi preclinici hanno fornito una solida base da cui partire per studiare in maniera approfondita l'efficacia della curcumina contro svariate malattie umane su base infiammatoria.

Alcuni effetti promettenti sono stati osservati in pazienti con varie malattie pro-infiammatorie, tra cui varie forme di cancro, malattie cardiovascolari, artrite, uveite, proctite ulcerosa, morbo di Crohn, colite ulcerosa, sindrome dell'intestino irritabile, ulcera peptica, lichen planus orale, gastrite, vitiligine, psoriasi, sindrome coronarica acuta, aterosclerosi , diabete, nefropatia diabetica, microangiopatia diabetica, nefrite lupica, discinesia biliare, colecistite, e prostatite batterica cronica.

Purtroppo, il limite più grande all'utilizzo della curcumina come antinfiammatorio è legato alla sua bassa biodisponibilità.

Immagini simili