Coniglio e Utilizzi

La carne di coniglio è un'ottima fonte di proteine ad alto valore biologico, al punto da superare le concentrazioni di manzo e maiale. Inoltre, rispetto a queste ultime, è più ricca di alcune vitamine e di certi minerali. D'altro canto, ha un contenuto inferiore di grassi totali (trigliceridi, colesterolo, vitamine liposolubili ecc). Rispetto al manzo e al maiale, il tessuto adiposo del coniglio contiene meno acido stearico, meno acido oleico ed una proporzione maggiore tra l'acido linolenico e il linoleico (polinsaturi essenziali: gruppo omega 3 e omega 6).

Le complicazioni salutistiche prevalentemente associate all'uso di conigli da carne sono: la tularemia e la così detta inedia da coniglio; per maggiori informazioni, leggi gli articoli correlati.

La pelle di coniglio è talvolta impiegata per l'abbigliamento e gli accessori, come le sciarpe o i cappelli. I conigli “Angora” sono allevati per la loro lunga ed impalpabile pelliccia, che può essere tagliata e raccolta senza sacrificare l'animale (in maniera simile alla lana della pecora).

I conigli sono anche ottimi produttori di letame; inoltre, la loro urina, essendo ad alto contenuto di azoto, rende le piante di limone molto produttive.

Il latte di coniglio può essere di grande beneficio medicinale o nutrizionale grazie al suo elevato contenuto proteico, ma se ne sconsiglia l'utilizzo nei bambini per il primo anno di vita.

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito