Cerotti transdermici: come applicarli correttamente

I cerotti medicati sono in grado di trattare diversi disturbi, dal mal di schiena alla nausea, dai reumatismi alla cellulite. Alcuni dei principi attivi contenuti in questi dispositivi agiscono localmente, rilasciando la sostanza dove serve; altri vengono assorbiti per via transdermica ed entrano nel circolo ematico producendo un effetto generale.

Rispetto ad altre forme farmaceutiche, i cerotti sono facili da applicare e la sostanza rilasciata agisce per un periodo prolungato e costante.

L'operazione che precede l'applicazione dei dispostivi transdermici prevede l'attenta lettura del foglietto illustrativo: alcuni patch, infatti, devono essere inumiditi, mentre altri non possono essere tagliati, coperti con un cerotto o tenuti sotto la doccia.

I cerotti medicati devono essere appoggiati sulla pelle pulita, asciutta, priva di peli e non irritata; la loro superficie va dunque premuta con decisione e strofinata delicatamente per favorire una migliore aderenza. Durante questa fase è importante non toccare la parte che contiene il principio attivo.

In estate, porre il patch in parti non esposte al sole (soprattutto se destinato alla contraccezione o al controllo dei disturbi della menopausa). Se possibile, poi, applicare i cerotti sempre in punti diversi, per evitare che la pelle si irriti e diventi ipersensibile al prodotto; il rischio è che la capacità cutanea di assorbire il principio attivo venga meno.

Immagini simili

Articoli Correlati

Cerca nel sito