Coccole sulla pancia: i cani soffrono il solletico?

Agli amanti dei cani sarà capitato più volte di notare come il gesto di accarezzare in alcuni punti il ventre dell'animale scateni in esso un rapido movimento delle zampe, come se il cane cadesse in preda a un forte prurito con un irresistibile bisogno di grattarsi.

I motivi di questo singolare comportamento vanno ricercati nel cosiddetto riflesso scratch (che in inglese significa appunto grattare).

Che cos'è un riflesso?

Un riflesso è una risposta motoria involontaria e stereotipata a un particolare stimolo.

Nel mondo animale, i riflessi sono molto diffusi e l'uomo non fa eccezione; il classico esempio è il cosiddetto riflesso patellare o rotuleo, per il quale quando il medico batte con un martelletto sotto il ginocchio la gamba risponde estendendosi. Come anticipato, tale gesto è assolutamente involontario e ciò permette all'organismo di rispondere in maniera pressoché immediata allo stimolo di pericolo; bypassando la volontà si possono infatti attuare risposte molto veloci, come accade quando tocchiamo un oggetto che scotta: prima che il cervello riconosca lo stimolo come pericoloso, il midollo spinale avrà già percepito il pericolo e attuato il gesto automatico di ritrarre la mano.

Il riflesso scratch

Il cosiddetto riflesso scratch è un meccanismo difensivo che ha lo scopo di proteggere l'animale da insetti e parassiti dannosi; il fatto di agitare rapidamente le zampe in risposta agli stimoli sul ventre, infatti, permette al cane di difendersi dalle punture di questi animali.

Immagini simili