In che cosa consiste la sorveglianza attiva del tumore alla prostata?

Quando i medici parlano di cancro alla prostata e di forme di trattamento per il cancro alla prostata, nominano molto spesso anche il termine sorveglianza attiva.

Di che cosa si tratta?

La sorveglianza attiva del cancro alla prostata è il monitoraggio periodico, tramite opportuni esami diagnostici, della neoplasia in questione e della sua evoluzione in un certo arco di tempo, senza il ricorso ad alcun trattamento terapeutico particolare.
In altre parole, consiste soltanto nell'osservare periodicamente, con i test adeguati, se e come evolve la massa tumorale formatasi a livello prostatico.

Chiaramente, un simile approccio è possibile solo quando il cancro alla prostata possiede determinate caratteristiche, tra cui: misura contenuta, crescita lenta, assenza di una sintomatologia particolarmente fastidiosa e potere metastatizzante nullo.
In tutte le altre situazioni o al verificarsi di un improvviso peggioramento delle condizioni, è necessario ricorrere a una cura specifica, sia questa di tipo medico o di tipo chirurgico.

Immagini simili