Tossicità per gli Animali della Pianta di Avocado

E' ormai documentato e conclamato che le foglie, la corteccia ed il seme di avocado siano dannosi per la salute degli animali domestici; tra questi: gatti, cani, bovini, capre, conigli, ratti, cavie, pesci, cavalli e soprattutto gli uccelli. In definitiva, mangiando le suddette componenti della pianta di avocado, possono risultare gravemente lesionate o addirittura uccise varie tipologie di animali anche parecchio differenti tra di loro.
La Società Americana per la Prevenzione della Crudeltà verso gli Animali (American Society for the Prevention of Cruelty to Animals - ASPCA) cita ufficialmente nella propria lista di agenti nocivi l'albero di avocado, come elemento potenzialmente avvelenante nei confronti di alcuni animali tra cui: gatti, cani e cavalli.
Le foglie di avocado contengono un acido grasso derivato avente uno spiccato potenziale tossico; in inglese è chiamato persin - (R, 12Z,15Z)-2-Hydroxy-4-oxohenicosa-12,15-dienyl acetate). Questa molecola, un vero e proprio fungicida naturale, a concentrazioni sufficienti, può causare pesanti coliche anche nei grossi animali come i cavalli e, senza le opportune cure veterinarie, la loro morte.
I sintomi da intossicazione di persin includono: irritazione gastrointestinale, vomito, diarrea, difficoltà respiratoria, congestione e accumulo di liquidi intorno al tessuti del cuore.
Una linea di cibo per cani e gatti, la “AvoDerm”, utilizza oli e farine a base di frutto di avocado come ingredienti principali. Il produttore sostiene che la vera fonte di tossicità è costituita dalle foglie e dai semi dell'avocado guatemalteco, al contrario, i suoi frutti vengono continuamente mangiati da cani, coyote e orsi anche allo stato naturale.

Immagini simili