Antibiotici di origine vegetale

Quando parliamo degli antibiotici e della loro scoperta, la mente ci riporta alla penicillina e alle muffe dalle quali è stata isolata. Anche i vegetali superiori, tuttavia, come del resto gran parte degli organismi viventi, producono sostanze dall'azione antimicrobica. Vediamo alcuni esempi:

  • Diverse ranunculaceae producono la protoanemonina, che ha dimostrato di possedere attività antibatterica ad ampio spettro e antifungina.
  • Alcune crucifere (Brassicaceae) producono sostanze solforate ad azione antibiotica, come il sulforafano, attive contro l'Helicobacter pylori.
  • L'olio di iperico contiene l'iperforina, che oltre ad esercitare un'azione ansiolitica e sedativa ha dimostrato proprietà antibiotiche nei confronti di numerose specie batteriche.
  • La berberina, estratta per esempio dall'idraste, è dotata di proprietà batteriostatiche a deboli dosi e battericide a dosaggi più elevati; è inoltre attiva contro funghi, come la Candida albicans, e diversi parassiti;
  • Svariati licheni, come il lichene islandico, producono acido usnico, una sostanza dalle spiccate proprietà batteriostatiche e antifungine.
  • Nell'aglio e nelle cipolle troviamo l'allicina, potente antibiotico naturale. L'allicina sembra possedere anche attività antivirale, antiprotozoaria, antimicotica, anti-infiammatoria ed analgesica.
  • Aldilà delle singole sostanze in essi contenute, in genere molti oli essenziali sono dotati di attività antimicrobica. Tra i più impiegati a tale scopo, vi sono quelli di origano, timo, cannella, geranio, melaleuca e limone.
    Sebbene gli studi in vitro siano particolarmente incoraggianti, purtroppo, l'assunzione degli oli essenziali per via orale comporta un certo rischio, principalmente legato a reazioni allergiche. Occorrerebbe quindi un maggiore impegno clinico nello stabilire la posologia ottimale.

La ricerca sugli antibiotici di origine vegetale, come del resto quella sui cosiddetti peptidi antimicrobici, è spinta dall'esigenza di isolare nuovi antibiotici capaci di superare i problemi legati al fenomeno della cosiddetta antibiotico resistenza.

Immagini simili