Dove può localizzarsi il dolore durante un’angina o un attacco di cuore?

Angina (o cardiopatia ischemica) e attacco di cuore (infarto del miocardio) sono due condizioni morbose simili per il meccanismo fisiopatologico che vi sta alla base, ma diverse per gravità e complicazioni.

Infatti, entrambe sono dovute a un'ostruzione delle arterie coronarie provocata da depositi di colesterolo e coaguli di sangue, ma, mentre nel caso dell'angina, il restringimento è parziale e non comporta la morte del miocardio, nel caso dell'attacco di cuore, l'occlusione coronarica è tale da provocare la necrosi (cioè la morte) del muscolo cardiaco.

Com'è facilmente deducibile, un'angina non trattata può sfociare in un attacco di cuore.

UNA SINTOMATOLOGIA DOLOROSA COMUNE
Attacco di cuore e angina condividono anche parte della sintomatologia, tanto che, dalla semplice osservazione dei segni, potrebbero essere confusi l'uno per l'altra.

La manifestazione comune più caratteristica è il dolore al petto e, in generale, alle regioni superiori del corpo (collo, braccia, schiena ecc). In entrambe le circostanze morbose, infatti, questa sensazione dolorosa – che alcuni descrivono anche come senso di fastidio – può localizzarsi al centro del petto, tra collo e mascella, in posizione retrosternale, sotto lo sterno, in posizione intrascapolare, alla spalla sinistra, nella parte interna delle braccia e/o nella zona epigastrica.

Immagini simili

Foto, Curiosità, Approfondimenti